Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
 

Digitech JamMan Stereo Featured

IMG 0101Da sempre Boss e' sinonimo di loop station ed e' normale, quando si vuole aggiungere al proprio arsenale un pedale in grado di campionare e gestire uno o piu' loop si guardi all'offerta dell'azienda giapponese. In questi anni pero' la concorrenza non e' stata a guardare e soprattutto Digitech e' stata in grado di offrire prodotti sempre piu' interessanti ed in grado di ritagliarsi un posto al sole.

I prodotti della linea JamMan hanno decisamente alzato l'asticella, portando la competizione su livelli piu' alti alla ricerca di feature in grado di migliorare l'offerta ed invogliare piu' musicisti a sceglierli.

 

La JamMan Stereo e' la Loop Station proposta da Digitech per quel segmento di mercato dove e' presente la Boss RC-30.

Rispetto alla JamMan, di cui rappresenta la naturale evoluzione, la versione "stereo" integra sulla propria schiena due footswitch che permettono di scorrere tra i banchi di memoria senza dover usare le mani (cosa quantomeno fondamentale quando nello stesso pezzo si pensa di aver bisogno di sfruttare piu' loop in momenti diversi) e senza la necessita' di acquistare un accessorio (e' previsto l'ingresso per il footswitch FS3X per mettere a portata di piede ulteriori funzioni come ad esempio l'attivazione del reverse looping). Ovviamente, e' sempre disponibile la rotella per selezionare manualmente il banco di memoria da utilizzare.

IMG 0102Questa scelta di integrare i selettori del banco di memoria direttamente nel pedale permette anche di ridurre l'ingombro totale: la JamMan Stereo ha le stesse dimensioni della JamMan e della Boss RC-30, senza quindi dover prevedere lo spazio per il footswitch di gestione, con indubbi vantaggi.

L'evoluzione tecnologica e la diminuzione dei costi legati alle memorie ha permesso di produrre uno strumento in grado di registrare fino a 35 minuti totali, divisi su 99 banchi di memoria, in modalita' stereo e con qualita' CD. Caratteristiche gia' interessanti, ma ulteriormente migliorabili grazie all'integrazione di uno slot SDHC: utilizzando questa soluzione si possono avere ulteriori 99 banchi e fino a 16 ore (nel caso si sfrutti una scheda da 16Gb; e' comunque in grado di supportare schede di dimensioni maggiori) a disposizione per i propri loop.

E' dotata degli ingressi jack 3.6 per gli strumenti (in questo caso ci sono due entrate mono, una per canale), un ingresso XLR (stereo) per microfono ed un AUX IN da 6.3 (in questo caso e' un singolo ingresso stereo). Questi ingressi sono gestiti da appositi potenziometri del volume, in modo da eventualmente poterli usare contemporaneamente (nota: non e' possibile gestirli separatamente in fase di registrazione).

fotoProvando la loop station senza fare grossi settaggi subito si rende evidente una cosa molto importante e positiva: i potenziometri di controllo degli ingressi controllano il volume di in, mentre il potenziometro Loop Level gestisce solo il volume del loop in uscita, senza influenzare quello in uscita degli strumenti. Questo e' un elemento molto positivo, soprattutto rispetto a quanto proposto da Boss per i suoi prodotti, dove il pot di gestione del volume influenzava tutto indistintamente e spesso obbligava a cercare alchimie per non snaturare i settaggi, avere il proprio strumento presente, non coperto dal loop e soprattutto allo stesso livello di uscita dalla propria effettiera, evitando quindi di trovarsi un boost non voluto (oppure un volume troppo basso in uscita. Se un utente non se l'aspetta, questo scherzo puo' far perdere diverso tempo. Parlo per esperienza personale).

Fin dai primi loop che si prova a registrare la JamMan Stereo mostra subito i punti forti e quelli deboli di questo prodotto: e' sicuramente un prodotto ben pensato per rendere facili e decisamente intuitive le principali operazioni (registrare, sovraincidere, fermare, avviare, registrare, cancellare, selezionare un loop). Il pedale ha una serie di funzioni piu' evolute, ma non sempre rese cosi' intuitive. In alcuni casi esse devono essere scelte prima di registrare e modificabili solo via software in seguito. E' il caso per esempio della scelta della traccia di batteria: la loop station offre nove ritmi diversi, che pero' una volta registrato il loop non sono modificabili al volo via pedale (e' possibile solo tramite il software JamMan studio). Non che in questo il principale concorrente sia migliore, anzi... pero' una maggiore possibilita' di avere funzioni interessanti (come per esempio la possibilita' di concatenare piu' loop) in modo piu' semplice non sarebbe male.

IMG 0097E' subito evidente, fin dalle prime registrazioni, l'alta qualita' del convertitore ADA che Digitech ha integrato in questo prodotto. Il loop viene reso con una alta definizione ed in modo fedele, molto migliore di quanto facciano i prodotti Boss (non che questi ultimi abbiano una qualita' infima... semplicemente, il campionatore di Digitech e' migliore).

Sicuramente comoda la funzione di autostart, ovvero la possibilita' di settare il pedale in modo da iniziare la registrazione non appena si inizia a suonare, senza doverlo attivare a piede.

I punti negativi sono, a mio parere, principalmente due: footswitch e quantizzatore del tempo.

Per realizzare i tasti per avviare, fermare e sovraincidere i loop Digitech ha lasciato perdere i tasti simil-boss twin pedal per dei footswitch classici, che pero' hanno il difetto di avere un bel po' di corsa prima di attivarsi, rischiando quindi di non "cogliere l'attimo" nel far partire la registrazione (io per esperienza posso consigliare un piccolo trucco: quando sto per registrare appoggio il piede sul tasto start. Lo premo fino a quando non sento di essere vicino allo scatto, in modo da eliminare tutta la parte di corsa inutile. Quando devo iniziare a registrare, lo premo fino a fine corsa).

Il difetto principale riscontrato e' pero' una grossa lacuna nel quantizzare il tempo della registrazione: quando si registra la loop station cerca di capire il tempo a cui il musicista sta suonando, in modo da potervi fare un loop di batteria su cui eventualmente appoggiarsi (scegliendo eventualmente tra nove modelli diversi di ritmo). Sulla JamMan stereo questa feature e' sviluppata veramente male e difficilmente azzecca il tempo giusto, al punto da rendere la funzione totalmente inutile. Sicuramente in questo l'offerta di Boss propone soluzioni piu' avanzate e fedeli. Ad onor del vero recentemente e' uscita una nuova versione del firmware della loop station. Durante le prove e' stato usato quello vecchio e non sono in grado di dire se tale funzione e' stata migliorata. Di sicuro mi ha obbligato ad eliminare del tutto l'uso del ritmo di appoggio oppure ad intervenire via software per correggere gli errori (non proprio di poco conto: un loop a 90 bpm e' stato quantizzato a 110, per esempio).

E' possibile la registrazione in modalita' guidata (ovvero impostando manualmente il tempo), in modo che la loop station regoli in maniera automatica la durata delle battute, correggendo eventuali imprecisioni in chiusura, oppure la modifica del tempo al volo, accelerando o rallentando la velocita' di esecuzione del loop semplicemente reimpostando il tempo.

Oltre alla gia' citata possibilita' di aumentare la capacita' di memorizzare loop grazie all'uso di schede esterne SDHC, la JamMan Stereo ha sulla propria schiena anche una interfaccia USB, grazie alla quale è possibile gestire l'effetto tramite pc e tramite il software JamMan Studio, disponibile gratuitamente sul sito Digitech.

Tale software e' limitato come funzionalita' (per esempio supporta solo il formato WAV), ma ha il pregio di essere abbastanza intuitivo e comunque semplice da usare, facendo largo uso del copiaincolla. Inoltre permette di correggere eventualmente una serie di impostazioni sul singolo banco di memoria, impossibili da modificare via pedale (per esempio permette di sistemare la quantizzazione, scegliere come si deve comportare la loop station quando quel banco viene selezionato, regolarne il volume oppure la traccia di ritmo). Permette inoltre di fare un backup dei propri loop o di eliminarli in maniera rapida e semplice, oltre ovviamente ad offrire la possibilita' di caricarne di nuovi direttamente sulla pedaliera (cosa che viene molto utile quando, per esempio, avete gia' dei riff/loop da usare creati con altri programmi).

Rispetto ai prodotti concorrenti, la Digitech JamMan Stereo e' alimentata solo via corrente (non ha la possibilita' di essere alimentata a batterie, scelta giusta a mio parere) ed e' fornita di un proprio alimentatore dedicato.

 

In conclusione, con la JamMan Stereo Digitech offre un prodotto notevole come qualita', ottimo per essere usato anche dal vivo soprattutto in situazioni dove c'e' un qualcosa da aggiungere (per esempio Hugo Race lo usa dal vivo per aggiungere tastiere od archi in certe canzoni) oppure per situazioni voce/chitarra o, meglio ancora, in jam estreme e travolgenti (io mi divertivo parecchio a registrare al volo un giro di pochi accordi a chitarra, poi su questo sovraincidere al volo il giro di basso ed in seguito il walking path a chitarra, una ulteriore sovraincisione a chitarra magari usando il wah sulla prima battuta. Ottenuto questo muro di suono, avevo lo spazio per divertirmi improvvisando con la mia chitarra). Non posso che consigliarlo a chiunque stia cercando una loop station compatta ma molto semplice da usare e con una serie di feature quantomeno utili ed interessanti.

Originariamente per questo spot usavo una loop station Boss, che e' stata sostituita da quella oggetto di questa recensione. Provate entrambe a lungo, tornerei indietro? Decisamente no. Sicuramente un pensiero alla irraggiungibile (visti i costi RC-300) ed alle sue possibilita' lo farei, ma a parita' di budget non c'e' partita: Digitech.

 

Scheda:
Produttore: Digitech

Tipologia: Loop Station

Input: Left (mono) in, Rigth in, mic in, aux in, footswitch, memory card, usb

output: left (mono) out, Right out, headphones

Controlli: Inst level, Mic level, Select, Rhythm level, Loop Level, Exit, Store, Reverse, Dry defeat, Auto Rec, Rec Mode, Rec/Play/overdub, Tempo/Stop, Loop Down, Loop Up

True Bypass: No

Prodotto in: Cina
Garanzia: un anno

Web: http://www.digitech.com/en/products/jamman-stereo


Pregi: la configurazione a doppio pedale rende la loop station facile da usare nelle sue funzioni essenziali e perfetta per situazioni live. Il fatto di integrare i selettori per selezionare il banco di memoria via piede evita la necessita' di acquistare un footswitch aggiuntivo. Campionatore ADA di alta qualita'


Difetti: quantizzatore del tempo non degno della qualita' del prodotto


Possibili modifiche: aggiornare subito il firmware all'ultima versione.

Aggiungi commento


  1. Latest
  2. Piu' cliccati

Lefty.it sfrutta i cookie per migliorare l'esperienza di fruizione di lefty.it. I cookie sono parte essenziale per la piena fruizione di questo portale. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information